codice tributo 1504 proroga

Sono molti i codici tributo che hanno a che fare con i contratti di affitto: sicuramente sono molti i contribuenti che si sono imbattuti con il codice tributo 1504, ma visto che i pagamenti da fare e gli adempimenti da rispettare sono molti non è sempre facile ricordarsi qual è il suo significato. Vediamo di cosa si tratta, quando va utilizzato e come deve essere compilato il modello F24 peri l pagamento.Continua a leggere

codice tributo 9002

Ci sono dei codici tributo che non si utilizzano molto spesso: quando si imbatte in questi numeretti è normale che il contribuente si possa sentire un po’ spaesato non conoscendone il significato. Eppure è importante sapere a cosa serve ogni codice che viene utilizzato per effettuare i pagamenti con il modello F24. Per questo motivo abbiamo preparato questa breve e semplice guida all’utilizzo del codice tributo 9002, in modo da poter spiegare cos’è, quando va usato e come va compilato il modello per il versamento.Continua a leggere

codice tributo 1035

Tra i tanti codici tributo che esistono ce ne sono alcuni che devono essere utilizzati solo da determinate categorie di contribuenti: rientra tra questi anche il codice tributo 1035, che, come vedremo tra qualche riga, può essere impiegato solo da alcuni specifici soggetti. Approfondiamo un po’ il discorso e vediamo cos’è il codice tributo 1035, a cosa si riferisce e quando si usa.Continua a leggere

codice tributo 9006

Con l’inserimento dei codici tributo l’Agenzia delle Entrate può capire all’istante a cosa fa riferimento il pagamento che si sta effettuando con il modello F24: purtroppo non è affatto semplice ricordarsi il significato di ogni codice, soprattutto di quelli che non vengono utilizzati di frequente. Oggi proviamo a fare un po’ di luce sul codice tributo 9006 per capire cos’è e a cosa serve.Continua a leggere

codice tributo 1990

Il ravvedimento operoso è lo strumento con cui è possibile regolarizzare la propria posizione in seguito ad un omesso, tardivo, inesatto o parziale pagamento di un tributo, evitando l’arrivo di una multa particolarmente salata. Con il ravvedimento infatti si pagherà una sanzione ridotta rispetto a quella ordinaria (più ovviamente l’importo dell’imposta e gli interessi), ma l’operazione comporta l’utilizzo di vari codici nel modello F24: vediamo cos’è il codice tributo 1990, cosa significa e quando si usa.Continua a leggere

Con i codici tributo l’Agenzia delle Entrate può individuare all’istante a quale imposta o tassa fa riferimento il pagamento effettuato dal contribuente; quest’ultimo però potrebbe avere qualche difficoltà a ricordarsi quali sono i giusti codici da utilizzare: i pagamenti da fare spesso sono tanti e non è difficile che si possa creare un po’ di confusione. Proviamo a fare chiarezza per quanto riguarda il codice tributo 3944: cerchiamo di capire cos’è, a cosa fa riferimento e come si usa.Continua a leggere

Con la Legge di Bilancio 2019 sono arrivate diverse novità per le partita IVA: dal primo gennaio infatti il nuovo regime forfettario (chiamato anche Flat Tax al 15%) interesserà imprese e professionisti con ricavi fino a 65.000 euro; non ci sono più neanche le differenziazioni bastate sui codici ATECO (rimangono invece i vari coefficienti di redditività). Cerchiamo di fare un riepilogo di queste novità e scopriamo quali sono i limiti del regime forfettario 2019 e chi vi può aderire.Continua a leggere

Ad ogni tributo da pagare corrisponde un determinato codice tributo: lo sanno bene i contribuenti che devono fare dei pagamenti utilizzando il modello F24; ovviamente non è affatto semplice ricordarsi a memoria il significato di ogni codice, soprattutto se fa riferimento ad un’operazione non molto frequente; in questo caso ci occupiamo del codice tributo 1668: scopriamo a cosa serve e quando e per cosa si usa.Continua a leggere

Stando a quel che dice il governo, l’Italia è in piena ripresa economica grazie ad una radicale rivoluzione politico-finanziaria. Meno tasse e decine di miliardi di riduzione della spesa pubblica. E visti i numerosi impegni elettorali per le elezioni comunali, per il referendum e poi forse anche per le politiche, le promesse diventano sempre più invitanti.Continua a leggere