Come funziona la cessione del doppio quinto

Molto spesso nei nostri articoli parliamo di come funzionano i prestiti tramite la cessione del quinto dello stipendio o della pensione, ma più di rado parliamo della cessione con il doppio quinto, una pratica sicuramente meno utilizzata della prima ma che lentamente sta prendendo sempre più piede, vediamo dunque di cosa si tratta.

Caratteristiche principali della cessione del doppio quinto

Iniziamo subito con la caratteristica primaria di questo tipi di prestito, cioè il finanziamento attraverso il doppio quinto dello stipendio o della pensione è come una classica  cessione  del quinto ma invece che arrivare al 20% può arrivare al 40%
anche se si hanno avauti dei disguidi finanziari e si é stati reputati cattivi pagatori. Viene dunque chiamato prestito tramite cessione con il doppio quinto dal momento che il richiedente può ricevere una rata mensile che equivale a due quinti del suo salario e della sua pensione, in questo modo si ottiene dunque un credito extra molto più alto in confronto ad un presito con la cessione del quinto tradizionale. Solitamente questo prestito viene consigliato a tutti coloro che si ritrovano ad avere un pignoramento in corso. Anche nel caso di prestito con la cessione del doppio quinto la rata mensile viene detratta direttamente sulla busta paga o pensione dal datore di lavoro o dall’ente erogante la pensione. Si tratta di una soluzione non finalizzata, indicata soprattutto a chi si ritrova improvvisamente a dover far fronte ad una grande spesa imprevista e quindi ha bisogno di una grande somma di denaro in maniera abbastanza urgente. Ovviamente, visto che si tratta di un prestito con il doppio quinto il valore della rata mensile che sarà detratta sarà abbastanza alto, per questo motivo prima di inviare la richiesta bisogna pensarci attentamente ed in maniera esaustiva, valutando se si hanno le capacità economiche per poter rimborsare il tutto all’ente bancario o provvidenziale. Porpio per questi motivi, il prestito tramite la cessione del doppio quinto viene soprattutto consigliato a chi gode di un contratto lavorativo a tempo indeterminato. Sottolineiamo infine che il prestito con la cessione del doppio quinto fa in modo che il richiedente possa ricevere l’importo di una rata mensile che è direttamente calcolata sulla somma al netto che viene ricevuta dal lavoratore dipendente tramite la il valore differente che va tra i due quinti dello stipendio o della pensione di anzianità e la quota che si deve pagare a causa del pignoramento.

Chi può richiedere la cessione con il doppio quinto e come

Il prestito con la cessione del doppio quinto può venire richiesto da tutti i soggetti che hanno un contratto di lavoro a tempo indeterminato e da coloro che ricevono una pensione di anzianità erogata dall’Inps, si tratta di un prestito flessibile in quanto è anche dedicato a chi ha avuto, durante il corso della sua storia finanziaria, dei disguidi economici ed è stato inserito nella lista dei cattivi pagatori o dei protestati e per questo motivo hanno grande difficoltà a poter ricevere qualsiasi altro tipo di prestito. Per fare richiesta di questo finanziamento e poterlo ottenere  il lavoratore o il pensionato dovrà rivolgersi direttamente ad una filiale della banca o dell’istituto finanziaro che elargisce la quota necessaria per aiutarlo a fronteggiare le proprie spese e portare con sė alcuni dei suoi documenti primari essenziali per portare avanti la pratica, come ad esempio un documento di identità in corso di validità (carta di identità, patente o passaporto), codice fiscale o tesserino sanitario, ultime due buste paga ricevute, cedolino della pensione per i pensionati, Cud (documento unico) e deve avere un’età compresa tra la maggiore età e i 90 oltre che ad essere un cittadino residente in Italia.