Il Mutuo Casa Numero 1 della Banca Popolare di Bari

Tre le proposte di mutuo per la casa presenti sul mercato finanziario, segnaliamo qui il Mutuo Casa Numero 1 messo a disposizione dalla Banca Popolare di Bari, che presenta delle condizioni particolarmente vantaggiose per i richiedenti, come si può vedere nell’analisi qui di seguito.

Il momento attuale è veramente il periodo migliore per richiedere un mutuo per l’acquisto o la ristrutturazione della casa? E quali sono le condizioni da prendere in esame quando si stipula un contratto per questa tipologia di finanziamento? Se si considerano i dati storici dell’andamento dei tassi d’interesse sui mutui dall’inizio della crisi finanziaria ad oggi, si può notare come questi siano scesi in modo assai brusco, sino a giungere a valori attuali che, a seconda delle proposte, scendono anche sotto l’1%.

Da questo punto di vista, accedere ad un mutuo nel 2016 è sicuramente conveniente, soprattutto scegliendo un tasso fisso abbinato ad un finanziamento pluri-decennale, visto che le percentuali sono destinate a salire nel futuro. Tuttavia, anche la soluzione del tasso variabile non sarebbe sconveniente, visto che gli analisti prevedono che le percentuali non debbano cambiare per i prossimi due o tre anni: un mutuo a tasso variabile da restituire entro 10 anni non sarebbe quindi un cattivo affare. Oltre a considerare i tassi, si consiglia di riporre attenzione anche sui costi del mutuo: una soluzione priva di spese aggiuntive potrebbe a volte rivelarsi più economica di una proposta caratterizzata da un tasso d’interesse inferiore.

Il Mutuo Casa Numero 1 della Banca Popolare di Bari si rivolge a chi intende richiedere un prestito che comporti un impegno limitato durante la prima fase del piano di ammortamento. Nel primo anno si potrà infatti scegliere di versare delle rate dall’importo di un singolo euro, mentre durante la fase successiva del piano si potrà beneficiare di un tasso definito da uno spread dell’1%. Chi avesse bisogno di liquidità aggiuntiva, con questa soluzione potrà richiedere del nuovo capitale fino ad un importo di 25 mila euro. Il mutuo è disponibile sia nella versione a tasso fisso che variabile, con una durata massima che può arrivare a 30 anni. Maggiori informazioni sul finanziamento potranno essere reperite nel sito della banca, da dove si potrà scaricare l’apposito fascicolo informativo.